@ Contattaci
Homepage
I nostri servizi
Novità


vert4.jpg
Bocchi fiori   
top2.jpg
Appunti

Corteggiatori addio, oggi sono le donne a dirlo con i fiori

ROMA - Lo dicevano coi fiori gli uomini innamorati, i fidanzati timidi, i corteggiatori segreti? Ora non pił. Oggi, a parlare a suon di petali e spine sono soprattutto le donne. E' quanto rivela un'indagine svolta da Ismea sul mercato dei prodotti floricoli tra il mese di marzo del 2004 e febbraio 2005.
La ricerca parla chiaro, sonora sconfitta per gli eterni romantici: ad acquistare fiori sono per il 59,5% donne e per il restante 40,5% uomini. Sul totale del campione intervistato il 53,5% ha dichiarato di essere un acquirente di fiori e piante. Nel dettaglio, tra gli acquirenti, il 37,8% compra fiori e il 37,7% acquista piante. Resterą solo un ricordo l'immagine del giovanotto con le classiche rose rosse, aria languida, in attesa della fortunata damigella? Pare di si'.La percentuale di coloro che comprano fiori e piante cresce con l'avanzare dell'etą. Della fascia "giovanile" considerata dall'indagine, (18-24 anni), solo il 5,8% ha dichiarato di acquistare fiori. Per i cosiddetti "over", invece, regalare fiori ancora significa qualcosa, lo dimostra il corposo 41,2% degli intervistati di 55 anni e oltre che orgogliosamente compra fiori.
Per quanto riguarda la condizione professionale, altro sobbalzo. Ismea rivela che le casalinghe superano tutti gli altri, lavoratori autonomi, dipendenti, operai e pensionati. Con il 21,9% sono quelle che non si fanno mancare i colori e i profumi dei fiori.
I pił tiepidi ai richiami floreali sono gli italiani del Nord Est e dell'Emilia, solo il 19,5%, (stessa percentuale si registra per il Centro e la Sardegna), compra fiori e il 24% invece opta per l'acquisto di una pianta. Trionfo di tradizione, invece per il Sud che in questi casi non delude mai. Ben il 36,9% del campione acquista ancora fiori e un pił contenuto 23,9% decide per le piante.
La ricerca Ismea ha indagato nel suo campione anche l'incidenza del titolo di studio sull'acquisto di prodotti floricoli. E anche qui sorprese, sempre rispetto ai luoghi comuni s'intende. I possessori del titolo di studio pił alto, la laurea, sono quelli pił "freddi" all'acquisto di fiori. Solo il 7,5% ne subisce il fascino. Ad acquistare di pił sono i possessori della licenza media inferiore, con, rispettivamente il 36,4% e il 33%, per fiori e piante.
Poche novitą, infine, per la scelta del canale d'acquisto. Il primato spetta al negozio di fiori e al pił romantico chiosco in strada. In totale, per il periodo considerato dall'indagine, gli italiani hanno speso 904.747 euro.

NOTIZIA ANSA dell'11 ottobre 2005 



 

  www.bocchifiori.it   ROMA
Corso Vittorio Emanuele, 136 00196 - Tel. 06.68890931 - fax 06.68892569
info@bocchifiori.it