@ Contattaci
Homepage
I nostri servizi
Novità


vert12.jpg
Bocchi fiori   
top4.jpg
Appunti

I fiori di città stanno perdendo il profumo

lo rivela uno studio della university of virginia

I fiori di città stanno perdendo il profumo

L'inquinamento automobilistico mette a rischio il processo di impollinazione

Rose in città
MILANO
- I fiori di città profumano meno. Molto meno. Colpa dell'inquinamento. La conseguenza, negativa, è che le api rischiano di non riuscire più a impollinare. Lo spiega uno studio della University of Virginia, che ha dimostrato quali siano i diretti effetti dei gas emessi dalle auto sui fiori e sul loro profumo. Secondo la ricerca, il risultato dell'inquinamento metropolitano è quello di mettere a rischio uno dei processi naturali fondamentali: l'impollinazione, appunto.

DISTANZE - In primo luogo lo studio ha dimostrato che l'inquinamento atmosferico ha drasticamente diminuito la distanza 'percorsa' dal profumo di un fiore. Il professor Jose Fuentes ha calcolato che mentre le molecole del profumo prodotto dai fiori in un ambiente a basso tasso di inquinamento possono viaggiare anche per duemila metri, quelle prodotte in un ambiente ad alto tasso di inquinamento non vanno al di là di poche centinaia di metri. «Tutto ciò - ha detto lo scienziato - rende via via sempre più difficile alle api e agli altri insetti localizzare i fiori». Con tutto ciò che ne consegue in termini di impollinazione.

LEGAME - I ricercatori hanno accertato che le molecole 'profumate', essendo molto volatili, si legano velocemente con le sostanze inquinanti formate per lo più dai gas di scarico. Questo legame altera immediatamente la loro composizione molecolare, al punto che da un momento all'altro le molecole smettono di 'profumare'. Tutto ciò ha un effetto diretto sul comportamento degli insetti. Lo studio ha accertato che negli Stati Uniti almeno due milioni e mezzo di api da miele sono misteriosamente scomparse, nell'ambito di quello che è stato chiamato Colony Collapse Disorder (CCD), con migliaia e migliaia di alveari trovati improvvisamente vuoti. Gli scienziati non sono ancora riusciti a capire quale sia esattamente la causa del CCD, ma sono certi che gli effetti dell'inquinamento abbiano una correlazione diretta con questo comportamento anomalo delle api.


21 aprile 2008



 

  www.bocchifiori.it   ROMA
Corso Vittorio Emanuele, 136 00196 - Tel. 06.68890931 - fax 06.68892569
info@bocchifiori.it